Spettacoli



theKITCHENtheory

>

Luogo:teatro vascello
via Giacinto Carini 78
Roma (RM)
Quando:Dal 21/09/2018 al 23/09/2018
Orario:venerdì e sabato h 21 domenica h 18
Compagnia:DaCru Dance Company
Genere:Moderno/Contemporaneo
theKITCHENtheory

aCru Dance Company

21-22-23 settembre 2018
venerdì e sabato h 21 – domenica h 18 

 

concept e regia Marisa Ragazzo
coreografie Marisa Ragazzo e Omid Ighanì
danzatori Omid Ighanì, Samar Khorwash, Alessandro Marconcini, Serena Stefani, Claudia Taloni,
Tiziano Vecchi
ricerca musicale Omid Ighanì, Marisa Ragazzo e Samar Khorwash
disegno luci Giuseppe Filipponio
organizzazione Alessandra Pagni
con il sostegno di Centro Danza Canal/Teatros del Canal Madrid e Compagnia Naturalis Labor in
collaborazione con Istituto Italiano di Cultura di Madrid

DaCru Dance Company
mette in scena l’ultimo progetto “theKITCHENtheory”, una produzione dinamica e
fortemente evocativa della nuova danza urbana: una commistione di generi e di stili, di sperimentazione e
di contaminazione.

theKITCHENtheory.
Il primo luogo da raggiungere al mattino e l’ultimo da visitare prima di andare a dormire.
Una zona di transito vivace o solitaria ma sempre e comunque piena di odori, ricordi, sensazioni, attese e
infiniti stati sospesi. Dura tutta la vita questa relazione densa e profumata fatta di rumori fluidi e familiari, di
spazi imparati a memoria e su ogni cosa, potenti come sovrane, regnano le parole.
La stanza delle parole: escono dalla bocca come dervisci rotanti, capaci di schivare, sfiorando dolcemente
o conficcarsi come lame. Restano lì sospese per anni, quasi diventano un’eredità, aleggiano in ogni
pertugio e sovente sono le memorie delle famiglie. La cucina è l’area prescelta per affondare i denti e i
sensi in preziosi nutrimenti ma soprattutto è lo spazio dove si parla. Parole. Parole.
Un fiume in piena, ognuna diversa dall’altra, lunghe ed elastiche come alghe o rigide e appuntite, si
impossessano della bocca per urlare l’incomprensione o la denuncia della solitudine o parlare dell’amore.
Numerose come chicchi di riso, necessarie tutte per dire in mille modi la stessa cosa e troppo poche per
riuscirci.

Al linguaggio tecnico dei danzatori, pulito ed estremamente virtuoso, si affianca una forza interpretativa e
scenica, umana, comunicativa ed emozionante.

È un racconto teatrale. Le danze urbane difficilmente, per loro stessa natura, trovano una collocazione
immediata sul palcoscenico: quest'opera, così come tutte le produzioni della compagnia, tende a
sottolineare e a dimostrare quanto, oggi, il suo linguaggio sia in costante evoluzione fino al punto da
diventare comprensibile, fruibile, drammaturgica, emozionante e onirica, e di fatto fortemente legata al
teatro.  

INFO:
tel: 06 5881021 - 06 5898031 fax 06 5816623
e-mail: promozione@teatrovascello.it


BIGLIETTI:
intero: 15€
ridotto over 65 e studenti: 12€
allievi scuole di danza: 10€






Contatti:

Infoline: 06 5881021 - 06 5898031 fax 06 5816623
Sito Web: n.d.

Prezzi biglietti:

Posto Prezzo
intero € 15.00
over 65 € 12.00
studenti € 12.00
allievi scuole danza € 10.00