Spettacoli



Scambio culturale internazionale

> La tradizione della musica e della canzone classica napoletana

Luogo:Cortile Liceo Boccioi-Palizzi
Piazzetta Demetrio Salazar, 6
Napoli (NA)
Quando:Dal 16/12/2017 al 23/12/2017
Compagnia:Liceo Boccioi-Palizzi
Genere:Classico
Il rinascimento napoletano parte dal Liceo "Boccioi-Palizzi"

Negli ultimi mesi Luciano Cannito, coreografo e già direttore dei maggiori corpi di ballo italiani ha denunciato la scarsa incidenza dello stato nelle faccende tersicoree. Contando circa un milione e mezzo di ragazze e ragazzi impegnati ogni giorno in tutte le sale d'Italia a sudarsi il proprio futuro nel mondo del professionismo coreutico. Da quel manifesto è successo purtroppo ben poco, salvo un chiacchiericcio che si è affacciato tra i banchi di Montecitorio ma senza ancora apportare modifiche serie o seriose. Nel frattempo tra i banchi, quelli delle scuole, si continua a lavorare seriamente per intercettare i nuovi talenti e, soprattutto, le loro esigenze artistiche, culturali e didattiche. In questi termini ci piace menzionare il Liceo Artistico Coreutico e Musicale "Boccioni-Palizzi" di Napoli, sorto nel lontanissimo 1881 nell'attuale sede di Piazzetta Demetrio Salazar.

Proprio alle spalle della storica Piazza del Plebiscito, arrampicandosi su qualche gradino di un paio di rampe di scale, ci si trova al cospetto di un atrio così storico da appartenere degnamente nel novero dei monumenti e dei musei cittadini. A tutta ragione, con la fondazione ottocentesca del Real Istituto di Belle Arti e delle Scuole officine nel Collegio di Marina si è istituita una delle più antiche scuole di Napoli ed oggi ancora così credibile nei suoi tre differenti indirizzi. proprio come ci ha raccontato il dirigente scolastico, Giuseppe Lattanzi, nel doppio ruolo di preside e direttore d'orchestra dei suoi millecento allievi circa. Proprio com'è accaduto lo scorso giugno in occasione dello spettacolo "Rinascimento", titolo di nome e di fatto nelle corde e nelle programmazioni sottoscritte del preside e dai suoi docenti.

"Rinascimento", dunque. Una rinascita artistica e culturale auspicata dal popolo della danza, della musica e delle arti del Liceo "Boccioni-Palizzi" di Napoli. In quello spettacolo si sono espresse tutte le potenzialità della scuola diretta dalla bacchetta di Giuseppe Lattanzi, dalle coreografie delle professoresse Serafini, Sestili e De Benedetta, che da quest'anno è sostituita dalla collega Di Maio, dagli indirizzi di design e di architettura capitanati dai professori Mauro e Russo, i costumi ideati e realizzati dalla sezione moda guidata dalla professoressa Di Meglio, i video e le foto curati dagli allievi del professore Esposito. Con l'indispensabile presenza del liceo musicale che ha regalato le note di sottofondo ispirate al Rinascimento europeo. Come in una novella Bauhaus, gli allievi hanno dunque suonato con i docenti e l’orchestra è stata diretta dal dirigente scolastico affiancato dal professor Manguso con l’organizzazione affidata in toto allo staff di presidenza coordinato dal vicepreside D’Alterio con il contributo dei docenti Fiorillo, Chiuchiarelli, Matino, Irace ed Abbate.

E così mentre un gruppo di studenti allestiva le scene, l'altro provava e riprovava con spartiti e strumenti le musiche da riproporre dal vivo nel cortile della storica sede di Piazzetta Demetrio Salazar. Così come gli altri studenti si preoccupavano di realizzare i costumi e gli accessori di scena ed altri ancora pronti ad occuparsi di locandine, foto, video e tutto quanto fosse necessario per la migliore rappresentazione possibile. Un lavoro meticoloso accolto con successo lo scorso giugno da pubblico, addetti ai lavori e critica accorsi numerosi. Con la promessa di strappare un nuovo appuntamento con la scena in questo proficuo 2017, già adoperandosi dai primi giorni di questo anno scolastico per i nuovi contenuti.

Il prossimo spettacolo verterà sulla tradizione classica della musica e della canzone napoletana - ci spiega il dirigente scolastico - accogliendo con entusiasmo la proposta di gemellaggio avanzata lo scorso anno scolastico dal Liceo Musicale francese "Charles Baudelaire" di Cran Gevrier. Trentuno studenti francesi, accompagnati da quattro docenti, saranno infatti a Napoli nel dicembre prossimo per continuare le attività di studio sulla canzone napoletana. Nel gennaio 2018, invece, altrettanti studenti napoletani si recheranno nelle sale del Liceo musicale “Charles Baudelaire” in Alta Savoia per incrementare lo scambio culturale ed approfondire tematiche musicali comuni. In scena dal 16 al 23 dicembre 2017, dunque, il Liceo "Boccioni-Palizzi" insisterà sulla via della rinascita artistica a tutto tondo, intercettando un arco temporale della musica partenopea a vessillo storico della qualità e del lavoro quotidiano in sala, classe e laboratorio. Al di là dello stato e delle petizioni!



Contatti:

Infoline: +39 (0) 81 764 74 71
Sito Web: www.boccionipalizzi.it


Ti potrebbe anche interessare:

SCHIACCIANOCI

Vai
I COREOGRAFI, I BALLERINI E NOI incontri pratico-teorici condotti dalla saggista e storica della danza Leonetta Bentivoglio

Vai
Don Chisciotte

Vai
Scambio culturale internazionale La tradizione della musica e della canzone classica napoletana

Vai