Festival e Eventi



VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL

> Danza, circo e ballo nel Monferrato

Luogo:Vignale Monferrato Festival
Vignale Monferrato, Moncalvo, Casale Monferrato (TO)
Quando:Dal 23/06/2017 al 23/07/2017
Genere:Varie
 
VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL
Danza, circo e ballo nel Monferrato
23 giugno – 23 luglio 2017
terza edizione



Vignale Monferrato Festival, III edizione from Fondazione Piemonte dal Vivo on Vimeo.




Un mese di spettacoli, cinque fine settimana, 2 prime nazionali, 5 prime regionali, 2 progetti site specific, 2 province coinvolte, un territorio patrimonio Unesco. Sono questi gli elementi che caratterizzano la terza edizione di Vignale Monferrato Festival, dal 23 giugno al 23 luglio 2017, promosso da Piemonte dal Vivo in stretta sinergia con l’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte, con la consulenza artistica di Gigi Cristoforetti.
Una scommessa che nei tre anni di rinnovata formula ha permesso un ampliamento sul territorio, coinvolgendo Vignale, Casale e Moncalvo, consolidando una proposta spettacolare di qualità che in un mese racconta le contaminazioni della danza contemporanea. Tre comuni tra Alessandria e Asti diventano il palcoscenico naturale del festival, con le loro piazze, castelli, palazzi e chiese, incorniciati dallo straordinario paesaggio vitivinicolo inserito nella World Heritage List dell’Unesco. Si rinnova, inoltre, la collaborazione con Orsolina28, centro internazionale dedicato alla danza a Moncalvo, che ospiterà stage di alta formazione e spettacoli.
Il festival, sostenuto dalla Fondazione CRT e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, rientra nelle linee di sviluppo strategico promosse dalla Regione Piemonte, in un connubio tra turismo e cultura, basato sulla qualità e sulla capacità di rivolgersi a tutti. Elemento fondante della programmazione è, infatti, il coinvolgimento del territorio, con progetti partecipativi che mirano a recuperare tradizioni e memorie.

Con l’edizione 2017 si chiude un primo triennio di Vignale Monferrato Festival - dichiara Paolo Cantù, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo. Il festival è cresciuto in questi primi anni e possiamo presentare oggi un’edizione matura ed equilibrata, che ha fatto proprie le suggestioni del territorio e che al tempo stesso ha richiamato artisti internazionali nel Monferrato. Una sfida importante, che ha scelto di ripartire dalle radici antiche che la danza ha in questi luoghi e che ha sempre cercato di offrire elementi di novità, in un dialogo attivo con le comunità locali e con il patrimonio storico-culturale.

L’apertura del festival venerdì 23 e sabato 24 giugno è affidata a Giulietta e Romeo del Balletto di Roma, spettacolo rinnovato nell’allestimento e nel cast, in prima regionale a Vignale. Dal suo debutto nel 1989, Giulietta e Romeo ha collezionato circa 300 repliche, per oltre 130mila spettatori, un caso unico per uno spettacolo di danza in Italia. Venerdì 30 giugno e sabato 1 luglio, in collaborazione con il Festival Mirabilia e con il sostegno del programma europeo CircusNext, il circo contemporaneo animerà Vignale: nello chapiteau allestito per l’occasione lo spettacolo Marée Basse dei francesi Sacékripa, in piazza i belgi della Compagnie du Chaos con Nonada, i Garage29, guidati dalle coreografie di Nicanor De Elia in Copyleft e ancora il giapponese Hisashi Watanabe con Inverted Tree.

Anche quest’anno si rinnova l’incontro con Moncalvo in Danza, storico appuntamento del territorio. Il 2 luglio in cartellone il gran gala di danza Les Italiens de l’Opéra de Paris, che vede come ospite d’eccezione Marie-Agnès Gillot, étoile del teatro parigino. Sempre a Moncalvo, il 5 luglio, Lava Bubbles di Roberto Zappalà, spettacolo per danzatori e due percussionisti dal vivo, ideato nell’ambito del progetto “Nella città, la danza”. Un ritorno al Vignale Monferrato Festival quello della compagnia Zappalà Danza, dopo la partecipazione nel 2015, per una delle più interessanti realtà della danza contemporanea in Italia.


Dal 7 al 9 luglio due nomi della scena internazionale saranno i protagonisti del terzo weekend del festival, con un focus dedicato al linguaggio hip hop. Honji Wang e Sébastien Ramirez praticano una danza radicata nell’hip hop ma capace di accogliere anche altri linguaggi artistici. Questa coppia, inseparabile nella vita e sulla scena, traduce nell’incontro artistico la propria complicità nella differenza. In prima regionale presentano il 7 luglio a Vignale Monchichi, creazione caposaldo del loro sodalizio artistico che traccia il ritratto di una generazione interculturale in movimento, tra influenze asiatiche e radici mediterranee. Il 9 luglio sono i protagonisti a Orsolina28 a Moncalvo di AP15, quindici minuti di pura danza, in un frenetico pas de deux senza scenografia, in prima regionale. A loro si affiancano i Pockemon Crew, una delle compagnie hip hop tra le più titolate al mondo: sabato 8 luglio a Vignale in prima nazionale è di scena il loro Hashtag, sul fenomeno dei social network mentre domenica 9 luglio aprono la serata a Orsolina28 con un’improvvisazione free style.

La presenza della compagnia Wang – Ramirez e di Pockemon Crew, oltre alla Compagnie du Chaos, rientra nell’ambito de La Francia in scena, stagione artistica dell’Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e del Ministère de la Culture et de la Communication, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem Copie Privée, della Commissione europea (Europa Creativa) e del MIUR.

Altra presenza internazionale Emanuel Gat che, con la sua compagnia il 14 luglio a Vignale, presenta un doppio spettacolo: in prima nazionale Milena&Michael, un duo nato dalla lunga collaborazione tra il coreografo israeliano e gli artisti Milena Twiehaus e Michael Loehr, a seguire in prima regionale Sacre, rielaborazione in chiave contemporanea della Sagra della Primavera su musiche di Stravinsky. La compagnia Emanuel Gat Dance presenterà, inoltre, un progetto speciale a Orsolina28 domenica 16 luglio, per una creazione in situ ideata per il centro di danza di Moncalvo.

Un’attenzione particolare al territorio del Monferrato e alle tradizioni popolari trova riscontro in tre appuntamenti nel programma. Il coreografo albanese Glen Çaçi è stato invitato a lavorare il 6 luglio al Castello dei Paleologi a Casale con Tutorial, un maxi karaoke danzante da piazza aperto a tutti, per la prima volta in Piemonte. Tommaso Monza, danzatore e collaboratore della compagnia Abbondanza/Bertoni, è stato chiamato a sviluppare un lavoro specifico a Vignale, partendo dalla tradizione popolare del “ballo al palchetto”, emersa dai racconti dei cittadini vignalesi, sollecitati dal progetto di audience development partito lo scorso anno sul tema “Il paese della danza”. La sfida è quella di presentare sabato 15 luglio un Valzer dei fiori e altre danze, che unisce il suo lavoro sullo Schiaccianoci di Čajkovskij (che lo ha visto anche artista in residenza alla Lavanderia a Vapore di Collegno nella primavera scorsa) al tradizionale “Bal a palchèt”.
Domenica 23 luglio, chiusura del festival con balli e tradizioni popolari rievocate dalle musiche dei Tre Martelli: un momento finale, aperto a tutti, con spazio alle sonorità del celebre gruppo piemontese, attivo dal 1977, a cui seguono le incursioni musicali dei giovani Pitularita Trio, con brani originali e melodie della musica tradizionale europea e alpina.






L’edizione 2017 del Vignale Monferrato Festival, come sottolinea l’assessora alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, torna ad animare un territorio capace di affermarsi come uno dei più interessanti per la capacità di generare attrattività grazie alla cultura. Una potenzialità che questo festival esprime al meglio, grazie all’indubbia qualità del programma e alla suggestione delle location: un altro tassello importante dell’offerta culturale legata alla danza contemporanea, capace di diventare un punto di riferimento ben al di fuori dei confini regionali.

Navette da Torino
È previsto anche quest’anno un servizio gratuito di navette da Torino per alcune serate del festival. Per chi è in possesso del biglietto dello spettacolo, è possibile prenotare gratuitamente fino a esaurimento dei posti disponibili il servizio attivo per le serate del 23 giugno, 7 luglio e 14 luglio con partenza alle ore 19.15 da Porta Susa (corso San Martino angolo Piazza XVIII Dicembre). Tutti i dettagli sul sito di Piemonte dal Vivo.
Prenotazione obbligatoria a LINEA VERDE GIACHINO tel. 011.2263190 - agenzia@buscompany.it.

Biglietteria
I biglietti per gli spettacoli sono in vendita online su Vivaticket.it e all’Infopiemonte in via Garibaldi 2 a Torino. Dal 23 giugno sarà, inoltre, attivo un punto vendita presso il Chiosco IAT di Casale Monferrato (piazza Castello). La biglietteria, nelle sedi di spettacolo, aprirà un’ora prima.


Vignale Monferrato Festival
23 giugno – 23 luglio 2017
Vignale Monferrato | Moncalvo | Casale Monferrato
tel. 320 1532452 - vignale@piemontedalvivo.it
piemontedalvivo.it vivaticket.it





VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL
Danza, circo e ballo nel Monferrato
23 giugno – 23 luglio 2017
terza edizione



Venerdì 23 e sabato 24 giugno
Piazza del Popolo, Vignale Monferrato - ore 21.30
prima regionale
GIULIETTA E ROMEO

Balletto in due atti liberamente ispirato alla tragedia di William Shakespeare
coreografie Fabrizio Monteverde
musiche Sergej Prokofiev
scene Fabrizio Monteverde
light designer Emanuele De Maria
direzione artistica Roberto Casarotto
riallestimento 2017
balletto di Roma

A trent’anni dal suo primo debutto, torna il celebre Giulietta e Romeo in un riallestimento del 2017 che vede la sua prima regionale a Vignale in apertura di festival. Una creazione di Fabrizio Monteverde che segue fedelmente il testo di Shakespeare e la celebre partitura di Prokovief e che risulta straordinariamente "asciutta". Proprio questo è l'aggettivo più adatto alla vocazione di Monteverde che indaga l’essenzialità, passando per il cuore. La Verona di Shakespeare si trasforma nel Sud inquieto del secondo dopoguerra in cui i tratti dei due amanti sono esplorati attraverso una danza originale, che scava con ispirazione ‘rabbiosa’ nei sentimenti dei personaggi. È la voglia di rinascere il tratto fondamentale che emerge dal personaggio di Giulietta, sottolineato nel titolo ribaltato Giulietta e Romeo. La performance non risulta soggiogata dai riferimenti storici, ma emerge autonoma e sicura, secondo il taglio immaginato dal suo autore. Un’audace manipolazione del patrimonio originale che non è pretenziosa né di "comodo", ma un approfondimento essenziale dei sentimenti e delle idee universali che ancora fanno breccia nei lettori di Shakespeare e che risuonano ancora più forti nella loro traduzione in danza, attraverso la bravura di Fabrizio Monteverde e degli interpreti di Balletto di Roma.

23 giugno NAVETTA GRATUITA DA TORINO 
Prenotazione obbligatoria a Linea Verde Giachino tel. 011 2263190 – agenzia@buscompany.it per chi possiede il biglietto per lo spettacolo

Venerdì 30 giugno
Chapiteau Piazza Mezzadra, Vignale Monferrato - ore 20.00
MARÉE BASSE

di e con Benjamin De Matteïs e Mickael Le Guen
Cie Sacékripa
co-production Theater op de Markt, Dommelhof à Neerpelt
Circa, Pôle National des Arts du Cirque
Auch, Office Municipal de la Culture de Puget Thenier
con il sostegno di Le Lido - Centre des Arts du Cirque de Toulouse, Mairie de Montberon, La Grainerie

Dal desiderio di un duetto insieme dopo undici anni di conoscenza e un lavoro approfondito sulla figura del clown, nasce il tentativo di creazione di Benjamin De Matteïs e Mickael Le Guen. 
A incontrarsi lungo la strada sono due amici scontrosi e geniali, intenzionati a condividere con il pubblico le stravaganze del loro quotidiano sotto una tenda personalizzata. Tra le follie e gli scherzi irrisori, un’azione preme loro più delle altre: portare avanti il misterioso rituale della preparazione di un vino caldo. Con l’anima (e la bottiglia) a “bassa marea”, i piedi bloccati nel presente e la testa tra le stelle, i due attori ci appaiono esperti nella goffaggine, precisi nell’imprecisione e splendidi nel ridicolo, raccontandoci con semplicità e ironia il loro sentirsi spesso, naufraghi.

Piazza del Popolo, Vignale Monferrato - ore 21.15
NONADA

di e con Rafael De Paula
Compagnie du Chaos

Come un sogno ricorrente che si rigenera di nuovi dettagli ogni notte, NONADA è una carte blanche, una creazione in loco che prenderà vita nel “qui e ora” del Festival, sul momento presente.
Rafael da Paula e Compagnie du Chaos portano all'estremo un vortice onirico adattando i loro movimenti allo spazio urbano, alle reazioni del pubblico, alle sensazioni man mano percepite. Lo spettatore è così trasportato, in un eterno ciclo di nascita, morte, rinascita, in cui si possono riconoscere miti, archetipi e cogliere spunti per nuove storie. Per un viaggio nello strato sottile, ai margini del sonno e del sogno, dove il conscio e l'inconscio si fondono affidandosi alla materia dei corpi, in una correlazione tra danza, palo cinese, suoni, luci e video.

Chapiteau Piazza Mezzadra, Vignale Monferrato - ore 22.00
MARÉE BASSE

di e con Benjamin De Matteïs e Mickael Le Guen
Cie Sacékripa

Sabato 1 luglio
Chapiteau Piazza Mezzadra, Vignale Monferrato - ore 20.00
MARÉE BASSE

di e con Benjamin De Matteïs e Mickael Le Guen
Cie Sacékripa

Piazza del Popolo, Vignale Monferrato - ore 21.15
COPYLEFT

Garage29
coreografia di Nicanor De Elia
con Juan Duarte, Nahuel Desantos, Lucas Castelo, Maximo Pastor, Walid El Yafi, Tiki Pardo, Gonzalo Rodriguez
coproduzione Halles de Schaerbeek, Dommelhof, Espace Catastrophe, Maison des Jonglages, La Grainerie – Usine – Arto,Mirabilia Festival, Associazione Culturale ideAgorà, OFFestival, La Grainerie, Latitude 50, Centro Teatrale MaMimò

La creazione del coreografo argentino Nicanor De Elia approda a Vignale con un gruppo di sette giovani giocolieri. Circo performer e coreografo, nel 2010 Nicanor De Elia fonda il Garage29, spazio laboratorio di Performing Arts a Bruxelles. Copyleft è la base per la nuova creazione Juventud che debutterà nel 2018, un lavoro ‘per stanza’ che vedrà sette ragazzi impegnati tra danza e giocoleria. I sette corpi che in Juventud saranno contenuti tra le pareti si sperimentano ora nell’estensione dello spazio urbano, con l’intento di sviluppare una tecnica di improvvisazione sul margine di queste due discipline. Un’esperienza dai molteplici interventi che scoppia sulla strada e tra le sue architetture. In Copyleft il gruppo diventa così un organismo multicellulare capace di inviare sinapsi, per diffondere o ridurre, per fermare o accelerare. Ripercorrere le curve nello spazio e creare percorsi più o meno lunghi nella rivalorizzazione dello spazio pubblico, che da luogo di passaggio diventa luogo di vita.

a seguire

INVERTED TREE
di e con Hisashi Watanabe


Selezionato finalista nel 2016 del famoso concorso di Danza Contemporanea "Toyota Choreography Award" in Giappone, approda in Piemonte per il suo ultimo originale lavoro Hisashi Watanabe, artista giapponese che combina elementi di giocoleria a composizione coreografica. L’artista aspira a un rapporto non gerarchico tra corpo e oggetti, al di là dei concetti esistenti di danza e giocoleria. Ispirato alle teorie evoluzioniste e al rapporto che l’essere umano ha con la 
propria fisicità, Watanabe esplora le possibilità per andare dalla cima dell'albero dell'evoluzione alle sue radici, Inverted Tree è un albero a testa in giù. “Stavo pensando a come tracciare l'evoluzione della struttura attraverso le sue radici. Ora cerco di essere un animale attraverso il 
mio essere umano” racconta l’artista. Con una forte fisicità animale, l’artista giapponese dà prova di una plasticità corporea che si evince nella contorsione, nella confidenza che esprime nell’utilizzo delle mani come fossero piedi, per una trasformazione del tessuto del corpo di grande suggestione.

Chapiteau Piazza Mezzadra, Vignale Monferrato - ore 22.30
MARÉE BASSE

di e con Benjamin De Matteïs e Mickael Le Guen
Cie Sacékripa

Domenica 2 luglio
Teatro Civico, Moncalvo - ore 21.30
GRAN GALA
LES ITALIENS DE L'OPÉRA DE PARIS

direzione artistica Alessio Carbone
ospite d'eccezione Marie-Agnès Gillot Étoile de l'Opéra de Paris
con Alessio Carbone, Ambre Chiarcosso, Valentine Colasante, Antonio Conforti, Giorgio Fourès, Letizia Galloni, Francesco Mura, Sofia Rosolini, Andrea Sarri, Simone Valastro, Francesco Vantaggio
fisarmonicisti Christian Pacher, Gerard Baraton

Nel tempio del Ballet de l’Opéra di Parigi che discende dall’Académie Royale de Danse fondata nel 1661 dal Re Sole, c’è una Little Italy agguerrita e di talento. Questa esibizione esclusiva propone un’antologia di assoli e passi a due estratti dal grande repertorio classico assieme a brani di danza contemporanea. Una serata di Gala che offre l’occasione preziosa di vedere confermata la rilevante cifra artistica dei danzatori italiani attivi all’estero. 
A vibrare durante lo spettacolo è la classe pulita e raffinata dello stile francese unita al cuore pulsante italiano, avvalorata dall’intervento nell’esibizione della presenza della ballerina Marie Agnès Gillot, dal 1989 interprete del corpo di ballo dell’Opéra di Parigi.

Mercoledì 5 luglio
Orsolina28, Moncalvo – ore 20.00
LAVA BUBBLES

performance site-specific dal progetto “Nella città, la danza” di Roberto Zappalà e Nello Calabrò
Compagnia Zappalà Danza
concept coreografia e regia Roberto Zappalà
Interpretazione e collaborazione alla costruzione Maud de la Purification, Filippo Domini, Marco Mantovani, Sonia Mingo, Gaetano Montecasino, Gioia Maria Morisco Castelli, Adriano Popolo Rubbio, Fernando Roldan Ferrer, Claudia Rossi Valli, Ariane Roustan, Valeria Zampardi
alle batterie Francesco Cusa, Bernardo Guerra
con la partecipazione di Roberto Zappalà
costumi Debora Privitera
direzione tecnica Sammy Torrisi
direzione generale Maria Inguscio
assistente di produzione Salvo Noto
una produzione Scenario Pubblico/Compagnia Zappalà Danza – Centro di Produzione della Danza per I ART – il Polo Diffuso per le Identità e l’Arte Contemporanea in Sicilia
il Centro di Produzione della Danza Scenario Pubblico / CZD è sostenuto da Ministero dei Beni e delle Attività Culturali Regione Siciliana Ass.to del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo

La creazione di Roberto Zappalà dal titolo Lava Bubbles nasce all’interno dell’idea progettuale Nella città, la danza che intende far “reagire” la performance con il territorio che la ospita. A emergere dall’esibizione è una relazione inestricabile tra una forma artistica e il luogo dove questa si svolge, tra i corpi dei danzatori e il corpo della città e dei suoi abitanti, al contempo spettatori e coprotagonisti della creazione. Le bolle del titolo sono una suggestione che la natura dell’Etna ha evocato nell’autore, il ribollio del quotidiano che scorre, scoppia e rinasce nel rapporto con la danza da parte degli spettatori, dando origine a tutti quei cortocircuiti e paradossi che tutti insieme costituiscono il ritratto di una città.


Giovedì 6 luglio
Castello dei Paleologi, Casale Monferrato – ore 21.30
prima regionale
TUTORIAL

ideazione e performance Glen Çaçi
video Andrea Gallo
produzione Marche Teatro, 1979
coproduzione Pergine Spettacolo Aperto, Progetto Open Creazione Contemporanea in Trentino Alto Adige
in collaborazione con Bolzano Danza

Secondo round di una ricerca artistica sull’Identità culturale, TUTORIAL è un maxi karaoke danzante “da piazza” aperto a tutti, che gioca sulla contaminazione tra danze albanesi e balli del territorio esplorato. Glen Çaçi, coreografo ma anche reporter di guerra nel ’99, ne conduce l’andamento, invitando i cittadini/spettatori a osservare sullo schermo danze tradizionali per poi guidarne l’esecuzione. L’originale performance è il seguito di una ricerca che Caçi condivide con il fratello Olger, anch’egli emigrato dall’Albania. Dei quesiti, la martellante spinta alle sperimentazioni artistiche: “troverò il giusto luogo in cui vivere? È possibile giocare con la nostra identità oggi?” Dopo KK | I’m a kommunist kid in cui la cultura albanese è messa in luce e reinventata, arriva TUTORIAL: spazio di danza come punto di unione. Un pretesto per il suo autore per ampliare tale pratica di ricerca all’Europa e al mondo intero, coinvolgendo, in ogni città, persone diverse e tentando nella colorata impresa di farle divertire.

Venerdì 7 luglio
Piazza del Popolo, Vignale Monferrato – ore 21.30
prima regionale
MONCHICHI

direzione artistica ideazione coreografia e danza Honji Wang, Sébastien Ramirez
drammaturgia Vincent Rafis
design luci Cyril Mulon
scenografia Ida Ravn
costumi Honji Wang
composizione musicale Ilia Koutchoukov alias Everydayz /+∞
arrangiamento Fabien Biron
musica ulteriore Carlos Gardel, Alva Noto, Nick Cave & Warren Ellis
Compagnie Wang Ramirez, Clash66
coproduzione Act’art – Conseil général de Seine-et-Marne, Le Théâtre*, Scène Nationale de Narbonne, Initiatives d’Artistes en Danses Urbaines (Fondation de France – Parc de la Villette avec le soutien de la Caisse des Dépôts et l’Acsé), Tanzhaus NRW Düsseldorf, Communauté de Communes de la Région Lézignanaise
con il sostegno di Conseil régional Languedoc-Roussillon, Direction régionale des Affaires culturelles Occitanie, Hebbel am Ufer – HAU, Berlin, Hauptstadtkulturfonds – Senat Berlin, Casa Musicale Perpignan, Association Départementale de Développement de la Musique et de la Danse de l’Aude, Réseau en Scène Languedoc-Roussillon
ringraziamenti Dansens Hus Stockholm

La creazione caposaldo del duo Wang/Ramirez, in prima regionale al Vignale Monferrato Festival, traccia il ritratto di una generazione interculturale, in movimento. Si sceglie liberamente il proprio linguaggio artistico così come il partner di vita, poco importa se parla una o molte lingue straniere, la danza è il linguaggio comune, una consistente compagna alle parole. Sébastien, francese dalle origini spagnole, incrocia il percorso coreografico di Honji, nata a Francoforte da genitori coreani. Nei movimenti di Honji si ritrovano l’elasticità e la musicalità asiatica, in Sébastien tutta la vivacità mediterranea. Insieme, lavorano a Monchichi così come alla costruzione della loro vita a due. La loro danza mette il virtuosismo al servizio di una ricerca della verità in una tensione che non nasconde le difficoltà della comunicazione, ma esalta la gioia della scoperta reciproca. La scenografia è un albero cangiante, i cui rami sovrastano le radici. Sono i piedi dei danzatori a sollecitare la terra, in un autoritratto congiunto. 

NAVETTA GRATUITA DA TORINO 
Prenotazione obbligatoria a Linea Verde Giachino tel. 011 2263190 -agenzia@buscompany.it per chi possiede il biglietto per lo spettacolo


Sabato 8 luglio
Piazza del Popolo, Vignale Monferrato – ore 21.30
prima nazionale
HASHTAG

o il simbolo dell’eccesso
direzione artistica Riyad Fghani
luci e scene Arnaud Carlet
creazione musicale Flavien Taulelle
con Moncef Zebiri, Karl Asokan, Rachid Hamchaoui, Fares Baliouz, Nagueye Mahmoud, Alex Tuy, Patrick M’Bala Mangu, Mabrouk Gouicem, Mehdi Meziane
Cie Pockemon Crew - Association qui Fait Ça ? Kifer ça !, Imarts – International Music Arts

Sotto la direzione artistica del coreografo Riyad Fghani, Hashtag, in prima nazionale a Vignale Monferrato, cattura il fenomeno della società dei social network e lo restituisce attraverso i corpi di una delle compagnie di hip pop più titolate al mondo. Ricalcando alcuni comportamenti di oggi - dallo sguardo fisso sullo schermo del proprio smartphone mentre si cammina, alla disabitudine a guardarsi intorno e curiosare il reale - Fghani ne traduce in danza gli atteggiamenti. Ricalca l’accelerazione temporale del web, aprendo uno spazio emozionale insolito, adatto all’elastica e coinvolgente danza dei Pokemon Crew. Tanti volti quanti i danzatori, come repliche sparse di noi stessi diffuse dai social. Si apre così uno strappo che è come un riflesso: l’unico appello possibile è ai cinque sensi dello spettatore, alla soggettività sua propria, fondamento dell’unicità della disposizione umana. Una danza in cui ci si imbatte, si duella, e che forse infine accoglie. Uno spettacolo che suona come un selfie della nostra epoca contemporanea.

Stage alta formazione Orsolina28
POCKEMON CREW venerdì 7 luglio – dalle ore 18.00 alle ore 20.00




Domenica 9 luglio
Orsolina28, Moncalvo – ore 20.00
FREE STYLE, HIP HOP

Cie Pockemon Crew - Association qui Fait Ça ? Kifer ça !, Imarts – International Music Arts

In apertura di serata una vivace e molleggiata improvvisazione creata sul momento da una delle compagnie hip hop tra le più rinomate al mondo. Un gruppo dall’irrefrenabile energia guidato dal coreografo Riyad Fhgani, nato alla fine degli anni novanta sul piazzale davanti all’Opera di Lione, che continua a imporsi nei maggiori contest internazionali con un successo travolgente.

a seguire

AP15 - prima regionale
direzione artistica ideazione coreografia e danza Honji Wang, Sébastien Ramirez
musica Alva Noto, Ryuichi Sakamoto
costumi Honji Wang
Compagnie Wang Ramirez, Clash66
con il sostegno di Dansens Hus Stockholm, Direction régionale des Affaires Culturelles Occitanie

AP15 è pura danza in 15 minuti. La forza artistica di questa coreografia ha aperto la strada al vocabolario coreografico e all’estetica propri di questo binomio artistico, il cui talento ha loro permesso di presentare creazioni anche sulla scena internazionale. Lo spettacolo ha ricevuto numerosi premi, tra questi il “New York Bessie Award for Outstanding Performance” nel 2013. 
Non c’è bisogno di scenografia, un uomo e una donna interagiscono in un nervoso e frenetico pas de deux, dove la musica scandisce il tempo della relazione. Come cariche elettriche di segno opposto i due ballerini intraprendono una connessione simbiotica nelle differenze, in una partita a scacchi in cui ognuno esplora il proprio spazio in relazione a quello dell'altro. Nell'intermittenza di azione, riconoscimento e reazione, assistiamo come all'esplorazione di Amore verso Psiche, in un dialogo che sembra un elegante scontro di arti marziali. A firmare il ritmo incisivo dell'universo di suoni sono Alva Noto e Ryuichi Sakamoto.

Aperitivo offerto da Orsolina28

Venerdì 14 luglio
Piazza del Popolo, Vignale Monferrato – ore 21.30
prima nazionale
MILENA&MICHAEL

coreografie di Emanuel Gat
con Milena Twiehaus e Michael Loehr

In prima nazionale al Vignale Monferrato Festival va in scena il risultato della collaborazione di lunga data tra il coreografo israeliano Emanuel Gat, Milena Twiehaus e Michael Loehr, trio che condivide la stessa passione artistica e una profonda conoscenza del processo creativo che contraddistingue lo stesso Gat. In diciotto minuti si assiste a una danza ridotta ai suoi elementi essenziali, un riflesso dell’azione del danzare che introduce alla storia di due persone che cercano un contatto. Emanuel Gat nasce nel 1969 in Israele. Il suo primo incontro con la danza avviene all’età di 23 anni durante un workshop del coreografo Nir Ben Gal. Pochi mesi dopo entra a far parte della Liat Dror Nir Ben Gal Company, con la quale partirà per un tour internazionale a cui seguiranno innumerevoli altre tappe a segnare la sua affermazione. Dopo aver sperimentato coreografie dalla complessità più variegata, Emanuel Gat sceglie di concentrarsi su una forma che implica un ritorno alle basi. Il lavoro qui presentato può essere definito come una sorta di zoom sul vuoto e sulla fatuità respirabile tra i movimenti, tra i frammenti di coreografia, tra i suoni e tra i due danzatori.

a seguire

prima regionale
SACRE
Emanuel Gat Michael Loehr, Genevieve Osborne, Milena Twiehaus, Ashley Wright

Progetto realizzato in collaborazione con European Dance Alliance - Valentina Marini Management

Il coreografo israeliano Emanuel Gat presenta in prima regionale al Vignale Monferrato Festival Sacre, sua personale interpretazione in chiave contemporanea del “Rituale della primavera” di Stravinsky. Premiato nel 2006 con un Bessy Award per un primo (ben riuscito) tentativo di riadattamento al Lincoln Center Festival di New York, Sacre arriva come una rilettura libera e frenetica, focalizzata non sul concetto di sacrificio, ma piuttosto su quello di azione. 
Nello spazio simbolico e rituale di una pista da ballo, tre donne e due uomini mettono in scena uno swing e una salsa cubana a coppie, paradossale; sono avvolti nell’atmosfera di una luce cremisi che accentua il rosso del tappeto, fulcro dell’azione, e aggiunge note di vita domestica all’ambientazione. Troviamo in scena una ripetizione di passi ipnotica e inesorabile, animata dalle variazioni che solo l’istinto primordiale può suscitare, per una danza che è esibizione e scelta, nel corteggiamento.

NAVETTA GRATUITA DA TORINO 
Prenotazione obbligatoria a Linea Verde Giachino tel. 011 2263190 – agenzia@buscompany.it per chi possiede il biglietto per lo spettacolo

Sabato 15 luglio
Piazza del Popolo, Vignale Monferrato – ore 21.30
VALZER DEI FIORI E ALTRE DANZE
progetto Claudia Rossi Valli e Tommaso Monza

coreografia Tommaso Monza
con Francesco Collavino e Michela Cotterchio
con la partecipazione degli abitanti del Monferrato

La tradizione popolare del ballo al palchetto incontra l’altrettanto popolare musica dello Schiaccianoci. Questo incontro apre un dialogo profondo fra i valzer e le danze dell’opera di Čajkovskij, le atmosfere e le ritualità nascoste delle tradizioni popolari. I simboli, le parate, le magie, i ricordi e le nostalgie della vita del Monferrato si ritroveranno in uno spettacolo che passo a passo porterà alla festa e al mondo magico dello Schiaccianoci, il quale come pegno, restituirà il palchetto, la musica e i disiati balli. Che il regno della Fata Confetto apra le porte ai sognatori di Vignale e non solo.

Domenica 16 luglio
Orsolina28, Moncalvo – ore 20.00
CREAZIONE IN SITU
Evento con Emanuel Gat e i suoi danzatori

Emanuel Gat Dance
progetto realizzato in collaborazione con European Dance Alliance - Valentina Marini Management

Questo lavoro, creato appositamente per Orsolina28, è un’opportunità straordinaria per scoprire il lavoro di Emanuel Gat da più angolazioni, una serie di brevi idee coreografiche permetteranno al pubblico di assistere al lavoro in maniera ravvicinata all’interno di un contesto intimo.

Aperitivo offerto da Orsolina28


Domenica 23 luglio
Piazza del Popolo, Vignale Monferrato - ore 21.30
GRAN BALLO D’ESTATE

Concerto Tre Martelli e Pitularita Trio
Musica e danze della tradizione popolare

Un concerto serale a chiusura del festival che ha l’intento di celebrare con musica e danze la tradizione popolare dei luoghi ospitanti la rassegna. A esaltare le potenti sonorità della regione, la partecipazione dei gruppi piemontesi "Tre Martelli" e "Pitularita Trio", band che coltivano con forza e desiderio, la salvaguardia di quella memoria collettiva su cui poggia gran parte della nostra cultura. Un equilibrio pressoché perfetto tra tradizione e invenzione.
Il concerto sarà preceduto nel pomeriggio dallo stage di "Danze rare del Piemonte", un momento di coinvolgimento diretto che vede il corpo nuovamente protagonista, anche della tradizione popolare del luogo.


---------------



STAGE ALTA FORMAZIONE a ORSOLINA28


POCKEMON CREW
Venerdì 7 luglio – dalle ore 18.00 alle ore 20.00

Una masterclass di due ore di iniziazione alla breakdance con i campioni del mondo della disciplina, i Pockemon Crew. I danzatori trasmetteranno il loro amore per questo genere di danza proponendo una scoperta ludico-pedagogica della disciplina ed al tempo stesso affrontando i contenuti della tecnica. L’insegnamento e la condivisione dei valori della danza hip-hop sono uno dei valori “faro” per la compagnia.


Informazioni

costo per singolo stage: 40 euro - per le Allieve di Orsolina28: 10 euro

info e prenotazioni: Orsolina28 - tel. 0141/916532 – info@orsolina28.it
Strada Caminata, 28 - Moncalvo (AT)




BIGLIETTERIA


Giulietta e Romeo 23 e 24 giugno, Gran Gala di Danza 2 luglio, Monchichi 7 luglio, Hashtag 8 luglio, Milena&Michael/Sacre 14 luglio
Intero € 16,00
Ridotto € 12,00*
On line tariffa unica € 12,00**

Free style, Hip Hop/ AP15 9 luglio, Creazione in situ 16 luglio
Intero € 12,00
Ridotto € 10,00*
On line tariffa unica € 10,00**

*Ridotto valido in biglietteria per
Under 25, Over 65, Universitari, Insegnanti, Abbonamento Musei Torino Piemonte, Touring Club, Carta Stabile, Tessera Coop, Tessera AIACE, Tessera Tosca, Abbonati al Teatro Piemonte Europa, Abbonati al Teatro Stabile di Torino e TorinoDanza, Abbonati Festival delle Colline Torinesi, Abbonati Teatro a Corte, Abbonati Interplay, Cral Regione Piemonte, Cral Intesa San Paolo.

Carnet 4 ingressi € 32,00 (in vendita in biglietteria e on line**) valido per uno o più spettacoli
(per le seguenti serate: Giulietta e Romeo 23 e 24 giugno, Gran Gala di Danza 2 luglio, Monchichi 7 luglio, Hashtag 8 luglio, Free style, Hip Hop/ AP15 9 luglio, Milena&Michael/Sacre 14 luglio, Creazione in situ 16 luglio)


Marée Basse/Nonada 30 giugno ore 20.00 e ore 21.15
Biglietto unico € 5,00
(in vendita in biglietteria e on line**)

Marée Basse/Copyleft/ Inverted Tree 1 luglio ore 20.00 e ore 21.15
Biglietto unico € 5,00
(in vendita in biglietteria e on line**)

Tutorial 6 luglio
Biglietto unico € 3,00
(in vendita in biglietteria e on line**)

Lava Bubbles 5 luglio, Il valzer dei fiori 15 luglio e Gran Ballo d’Estate 23 luglio
ingresso gratuito



PUNTI PREVENDITA – INFORMAZIONI

CASALE MONFERRATO
Chiosco IAT
Piazza Castello – Casale Monferrato
mart/dom 15.00/18.00 dal 23 giugno
Tel. 0142 444330

VIGNALE MONFERRATO
Ufficio Informativo
Piazza del Popolo – Vignale
nelle serate di spettacolo a partire da 1 ora prima dell’inizio
Tel. 320 1532452

TORINO
Infopiemonte
Via Garibaldi 2 – Torino
tutti i giorni 9.00/17.30 dal 17 maggio

ON LINE
www.vivaticket.it** dal 17 maggio
**on line sarà applicato un diritto di prevendita

Informazioni
Tel. 320 1532452 - vignale@piemontedalvivo.it
www.piemontedalvivo.it











Contatti:

Infoline: 320 1532452
Sito Web: www.piemontedalvivo.it

Prezzi biglietti:

Posto Prezzo


Ti potrebbe anche interessare:

Teatro Vascello - presentazione della stagione 2017/2018 “Quando il pesce piccolo mangia il pesce grande”

Vai
TEATRO GIORDANO Stagione teatrale 2017/18 Prosa, Musica, Danza

Vai
Percorsi Coreografici VII° Edizione

Vai
Percorsi Coreografici 2018

Vai