Festival e Eventi



All'improvviso Festival

> Festival diffuso, Danza, Musica e Parole

Luogo:Selene Centro studi - EkoDanza
Via Pietro Gubellini 7
Bologna (BO)
Quando:Dal 16/07/2018 al 23/07/2018
Compagnia:EkoDanza
Genere:Arti Performative
“All’improvviso Festival” si apre sul panorama culturale estivo bolognese per porre in evidenza l'improvvisazione come metodologia pedagogica e creativa nei linguaggi della danza, della musica e della parola. Il festival si svolgerà nelle strade, nelle piazze e nei luoghi del Quartiere Savena dal 16 al 23 luglio, prevedendo performance urbane, set d’improvvisazione, laboratori per la cittadinanza e master class dedicate all’aggiornamento e allo studio. Le azioni sono rivolte a tutte le generazioni e avverranno in luoghi urbani e sociali per favorire l'incontro tra l’arte contemporanea e le periferie urbane.

Le sezioni del festival sono:
• Master Class con gli artisti ospiti e Silvia Mei che presenta una lezione teorica sullo sviluppo dell’improvvisazione e del ruolo del performer nella contemporaneità, in programma Giovedì 20 Luglio dalle 10:00 alle 13:00 presso la Biblioteca Natalia Ginzburg. Le altre master class saranno sempre il mattino dalle 10:00 alle 13:00 presso il Selene Centro Studi di via P. Gubellini 7 a Bologna.
• I laboratori per l’intera cittadinanza sono momenti esperienziali attraverso il corpo aperti e suggeriti a tutti i cittadini con o senza esperienza pregressa: “SAVENA MAZE” condotto da Fedra Boscaro, creerà una audioguida performativa che potrete vedere Mercoledì 18 Luglio alle ore 21:30, per realizzare questa performance itinerante ha bisogno della collaborazione dei cittadini. “ERROR” dal 20 al 22 Luglio condotto da Luis Matilla Terrones, è un codice d’improvvisazione in tempo reale attraverso il gioco e l’esplorazione di movimenti, danze e musica.
• Improvvisazioni, sono incontri tra due artisti e il luogo ospitante hanno una durata di circa 30 minuti e sono seguiti da suggerimenti poetici di Gloria Fenzi. L’improvvisazione come luogo privilegiato della ricerca dello stato del “Qui ed Ora” e della necessità di una nuova agorà culturale portatrice di riflessioni.
• Performance, sono momenti più strutturati dove gli artisti propongono dei lavori che condividono un alto tasso di comunicazione e coinvolgimento con il pubblico, in questi eventi la quarta parete è stata abbattuta da tempo, risulteranno così evento molto divertenti e socialmente aggregativi.
La parte performativa è dedicata ad artisti nazionali e internazionali invitati per questa prima edizione: MOPA di Luis Matilla Terrones (Siviglia) artista in residenza per il festival, LUCYLAB di Rosita Mariani (Milano), Fedra Boscaro, Roberta Zerbini con EKODANZA, Alessandro Altarocca che coordina un gruppo di bravissimi musicisti jazz della scena regionale: Dimitri Sillato, Achille Succi, Gaia Mattiuzzi e Alberto Capelli.
Durante la settimana, ogni giorno si svolgeranno più azioni: lezioni il mattino, improvvisazioni tardo pomeriggio e performance la sera; tutto GRATUITO, tranne le masterclass, con allestimenti non invasivi, per lasciare un dialogo tra il pubblico, gli artisti ed i luoghi suggestivi del Quartiere Savena (non ci saranno sedie).
• Martedì 17 Luglio alle 21:30 ci sarà la performance “Cartoline dal corpo” creazione e danza di Rosita Mariani presso la piazza antistante la Chiesa San Ruffillo in Via Toscana 146. Una danzatrice, un pubblico, carta e penna: insieme catturano percezioni, sensazioni, immagini, associazioni. Le danze si creano al momento, definite nella durata da un timer da cucina: gli spettatori, all’interno delle regole proposte dal gioco, diventano gradualmente autori, orientando le scelte della danzatrice attraverso le loro parole scritte o dette.
• Giovedì 19 luglio alle 21:30 ci sarà performance “Da Mopa” di e con Juan Luis Matilla Terrones. Presso la Piazza Lambrakis al Villaggio Due Madonne. “Da Mopa” è un progetto prevalentemente musicale che affronta il dilemma della rappresentazione, divenendo un concerto danzato. Questa proposta è la conseguenza naturale del passaggio della Sad Dance Therapy attraverso scenari come Monkey Week o Megatron, spazi in cui il contesto è abbastanza lontano dal teatro, dal linoleum e dalla danza. Ritmi elettronici e latini e vermi musicali, tra commedia, imitazione e il ballo, servono come supporto per sviluppare i temi delle canzoni, che vanno dalla chiamata alla preghiera, al meta-pensiero critico contemporaneo, mettendo in evidenza le contraddizioni del nostro bisogni, ereditati o acquisiti.
• Sabato 21 Luglio alle 21:00 spettacolo in Villa Mazzacorati “Preferisco il presente”
Performance di danza e musica per 5 danzatori e 5 musicisti.
Una performance dove danza, musica e luogo interagiscono creando suggestioni e stimoli creativi reciproci. Task e regole improvvisative condurranno il gioco performativo esaltando le diversità dei dieci artisti presenti sulla scena. L’atmosfera della Villa Mazzacorati e l’ora grigia del giorno faranno il resto. Danzano: Laura Chieffo, Martina Delprete, Erika Rava, Pablo Tapia e Roberta Zerbini Ekodanza Musica: Alessandro Altarocca, Gaia Mattiuzzi, Achille Succi, Alberto Capelli, Dimitri Sillato.



Il festival si conclude con un momento di riflessioni e di condivisioni tra operatori del settore e tutti coloro che hanno seguito il festival. Lunedì 23 Luglio alle ore 10:00 presso la Cava delle Arti Via Cavazzoni 2/g dal titolo: “L’arte contemporanea e le periferie urbane: proposte, strategia e risultati attesi”. Questo incontro vuole indagare, osservare e restituire ciò che gli artisti e gli organizzatori di festival analoghi registrano durante lo svolgimento. La regione Emilia Romagna vanta un numero molto ampio di festival e rassegne che trattano questo tema da molti anni, i direttori e i collaboratori di questi progetti culturali sono invitati ad intervenire raccontando le loro indispensabili esperienze.
Il Festival fa parte di Bologna Estate 2018, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna, con la stretta e indispensabile collaborazione del Quartiere Savena e il patrocinio della Regione Emilia Romagna. La direzione ed organizzazione del festival è di Roberta Zerbini e Martina Delprete per l’associazione Selene Centro Studi - EkoDanza. Per maggiori informazioni e per conoscere il programma completo visita il sito www.ekodanza.it o chiama Tel 051/443494.


Contatti:

Infoline: 051 443494
Sito Web: www.selenecentrostudi.it

Prezzi biglietti:

Posto Prezzo


Ti potrebbe anche interessare:

All'improvviso Festival Festival diffuso, Danza, Musica e Parole

Vai